Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Orlandina, Sindoni Jr.: "Prendiamo rischi, come tutti, seguendo però strade diverse da chi si affida all'usato sicuro con mezzi superiori ai nostri"

Parla il DS dell'Orlandina

Venerdì 25 Novembre 2016 | | Serie A

Dalle pagine de La Prealpina parla Peppe Sindoni DS dell'Orlandina Basket.
CAMBIO DI DIREZIONE.
"Ci sono preconcetti forti nei confronti di un certo tipo di giocatori bianchi e poco atletici. Noi abbiamo cambiato strada dopo due annate traumatiche, in particolare il 2014/15 da neoproossi in A, in cui ci eravamo affidati pesantemente al blocco degli americani. Abbiamo scelto di giocare un basket diverso, perfetto per esaltare le qualità di giocatori come Fitipaldo e lannuzzi. Siamo bravi a capire che cosa serve, creando un sistema funzionale: dopo Milano siamo il club con più contratti pluriennali in serie A e il nostro progetto crea sempre più interesse anche tra agenti e addetti ai lavori".
FILOSOFIE DIVERSE.
"Prendiamo rischi, come tutti, seguendo però strade diverse da chi si affida all'usato sicuro con mezzi superiori ai nostri. Allontanandoci dall'influenza americana per puntare sugli europei abbiamo creato un'identità apprezzata dai nostri tifosi: siamo una cittadinadi 13mila abitanti in provincia di Messina e da noi debbono venire persone coinvolte nel nostro ambiente. La cosa più bella è che i nostri tifosi hanno supportato il nostro progetto: la soddisfazione più grande non sono gli 8 punti in classifica ma l'apprezzamento del pubblico per il nostro stile di gioco"