Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Non incanta, ma vince sempre! Il Fener batte anche lo Zalgiris

Vittoria 82-68 per i turchi

Giovedì 27 Ottobre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Non offrirà uno spettacolo indimenticabile il Fenerbahce di Zeljko Obradovic, ma come da pronostici si sta confermando, come nella scorsa Eurolega, la rivale più credibile del CSKA Mosca.
Nel terzo turno i turchi hanno superato per 82-68 un volenteroso Zalgiris Kaunas, arrivato ad Istanbul in un buono stato di forma e uscito dall'incontro con certezze non ridimensionate.
La maggior esperienza dei gialloblù è emersa nei momenti topici della gara, in particolare con Udoh e Vesely (14 punti a testa) veri termometri della serata turca. Bene anche Bogdanovic e Sloukas, ma in generale il collettivo turco ha disputato una gara regolare senza eccessi, tale da limitare la possibile esuberanza lituana.
Zalgiris che, come abbiamo detto, non esce affatto ridimensionato dall'Ulker Sports Arena, ma che ha visto un po' le sue azioni limitate: a parte Westermann (15 punti) e Motum (14), il resto della squadra di Jasikevicius non ha dato continuità, venendo a meno nel dar pressione fino alla fine sui più forti rivali.
Eppure lo Zalgiris era partito avanti, con un 2-6 del solito Leo Westermann. Datome e Antic hanno ribaltato immediatamente la questione (10-8) ma l'inizio è un vero e proprio ping-pong, ribattuto da Brock Motum (18-19). E' un primo quarto decisamente interessante ed equilibrato, spezzato solo nel finale da Nunnally per il 28-24 dopo 10 di gioco.
Lo Zalgiris è in partita: Westermann e Kavaliukas non mollano (32-29). Il Fener ha più varianti, Udoh allunga (42-34). Il primo tempo si chiude con una tripla di Motum e una doppia di Bogdanovic: 44-37.
Dopo la sosta lo Zalgiris non è morto, tutt'altro: Westermann avvicina a -4 i lituani (49-45). Bogdanovic con Sloukas riallungano a +8 (55-47), i turchi chiudono avanti 63-57.
Di fatto la gara nell'ultimo quarto cede il passo ai gialloblù, più freschi e sicuri degli ospiti ormai stanchi e senza nuove idee. Nunnally con Kalinic lanciano la fuga a+15 (74-59), mantenendo fino alla fine un bel vantaggio con l'82-68 che lancia la sfida del Fener al CSKA ma che non ridimensiona un orgoglioso Zalgiris.