Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

A Istanbul si rovescia tutto! Impresa Unics in casa del Fenerbahce

Vittoria a sorpresa dei russi 81-73 in Turchia

Mercoledì 2 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

E' il giorno delle clamorose prime volte alla Ulker Arena di Istanbul: primo ko del Fenerbahce nell'Eurolega 2016/17 e prima, incredibile, vittoria dell'Unics Kazan. Al quinto tentativo, in quello ritenuto più proibitivo, la squadra di Pashutin si sblocca vincendo 73-81 nella tana dei vice-campioni d'Europa fermando a 23 la striscia vincente in Europa dei turchi in casa.
Eroe della serata è stato ancora una volta Keith Langford: dopo i 36 punti di giovedì scorso contro il CSKA, l'ex Milano ha messo a segno 28 punti, divenendo l'arteficie di un finale clamoroso che ha portato una rimonta incredibile dei russi, a lungo avanti ma poi rimontati a inizio di ultimo quarto. Straordinaria anche la prova di Arti Parakhouski, 20 punti in 26 minuti, coprotagonista di Langford della notte magica dei russi.
Il Fenerbahce ha pagato l'assenza di Bogdan Bogdanovic e uno stato di forma non ottimale in questa fase stagionale della squadra. Tutti abbastanza sotto tono, eccetto l'ottimo Bobby Dixon, 23 punti sul tabellino e la capacità di riprendere la squadra e guidarla anche a una vittoria che sarebbe stata forse eccessiva per quanto mostrato ai gialloblù.
La partenza vede subito un Langford on fire, che mette a segno 7 punti e lancia avanti l'Unics che chiude il primo quarto avanti 15-20 d'autorità.
Il secondo quarto vede un risveglio del Fenerbahce, con Dixon che fa mettere la testa avanti ai suoi 31-27. Anche Sloukas e Vesely provano a dar spinta nel vantaggio turco, ma Kazan è sul pezzo e riprende la gara prima con 6 punti di Parakhouski, e poi ribalta con il solito Langford, chiudendo il primo tempo 39-43 Unics.
La squadra di Pashutin rientra alla grande anche nel terzo quarto, scappando sul 47-54 trovando risorse anche da Marko Banic. Sembra tutto in gestone, ma Dixon è scatenato e risveglia i suoi, fino alla rimonta del 62-61. Williams riporta avanti Kazan a fine terzo quarto 62-63.
E' tutto in grandissimo equilibrio all'alba dei dieci finali. Il Fenerbahce parte veloce, con Dixon, Vesely e Datome che firmano un 6-0 che produce il 68-63. Kazan sembra ancora una volta sciogliersi dalla fatica nel finale e sul 71-65 sembra di rivivere il copione di diverse gare dei russi. Invece succede l'incredibile: il Fenerbahce si inceppa del tutto, Parrakhouski apre e Langford guida uno 0-11 da paura (71-76). Ora non ce n'è, i russi sono in stato di grazia e portano a casa una prima storica. Istanbul gialloblù cade, a Kazan si fa finalmente festa!