Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Scandone Avellino, coach Sacripanti: "Per noi era una partita fondamentale"

Parla l'allenatore degli irpini dopo il successo esterno contro la Dinamo

Domenica 20 Novembre 2016 | | Serie A

Vittoria fuori casa per la Sidigas Avellino che riesce ad archiviare definitivamente il dispiacere per la sconfitta in casa contro la Grissin Bon. In sala stampa coach Pino Sacripanti non nasconde la sua soddisfazione: “Per prima cosa sono particolarmente contento perché venivamo da una sconfitta in campionato contro Reggio Emilia, pur giocando una buonissima gara non eravamo riusciti a vincerla. Per noi questa partita era fondamentale per rimanere agganciati alle prime posizioni e credo che la squadra abbia sostenuto una prestazione di grande sostanza e concentrazione, dove tutti e 10 i giocatori hanno ruotato, trovando ognuno il proprio apporto. Abbiamo vinto 3 periodi su quattro, giocando bene specialmente il primo anche se, ad un certo punto, abbiamo rischiato di compromettere la partita giocando molto male il secondo quarto specialmente nelle esecuzioni offensive dove abbiamo anticipato i tempi. Non abbiamo eseguito i nostri giochi di attacco, abbiamo avuto fretta nel concludere e questo ci ha portato a vivere un momento negativo dove siamo andati sotto anche di molto. Siamo stati bravi a non lasciarli scappare rimanendo sempre a 3-4 punti. Stipcevic ci stava facendo molto male con i tiri da tre punti quindi nell’ultimo periodo abbiamo fatto la scelta, insolita per noi, di cambiare con il 5 per impedirgli di tirare dalla lunga distanza. Su questo aspetto devo dare merito sia a Fesenko, che è uscito 3-4 volte, sia a Cusin che gli ha tolto questo tiro. Era molto importante vincere con una squadra di talento come Sassari e questa vittoria ha un significato importante dopo la sconfitta con Reggio.

Fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino