Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

È ancora Assigeco Piacenza: espugnata anche Ravenna

L'Assigeco allunga nel terzo periodo ma per Ravenna la rimonta resta un'impresa sfiorata

Martedì 15 Novembre 2016 | | LNP


ORASÌ RAVENNA – UCC ASSIGECO PIACENZA 55-58
(16-13, 30-31, 39-48, 55-58)

Ravenna: Masciadri 11, Montaguti, Scaccabarozzi, Raschi, Smith 6, Sabatini 4, Sgorbati, Chiumenti 8, Crusca 6, Tambone 16, Seck, Marks 4. All.: Martino.
Piacenza: De Nicolao 2, Infante 9, Borsato 8, Rossato, Raspino, Persico, Dincic, Jones 17, Formenti 12, Hasbrouck 10. All.: Andreazza.

L’Assigeco Piacenza non si ferma più. Centra la sua quinta vittoria consecutiva e lo fa andando ad espugnare il difficile campo di Ravenna, in quello che era uno dei big match della settima giornata di Serie A2 Citroen.

Ravenna parte subito con grande aggressività decisa a far valere il fattore campo: 4-0 per la Orasì dopo i primi 2 minuti. Ci pensa Infante a sbloccare il punteggio per l’Assigeco con un canestro con tiro libero aggiuntivo.
Anche Jones decide di iscriversi alla partita con 6 punti consecutivi che fruttano a Piacenza il primo vantaggio della partita (7-9 al 4’).
Ravenna non si scompone troppo e, grazie anche, al buon impatto dalla panchina del grande ex Chiumenti (5 punti) chiude il primo quarto in vantaggio 16-13. 

Ad inizio secondo quarto è Matteo Formenti a salire in cattedra per Piacenza. L’ex Sassari realizza un bel sottomano di sinistro in penetrazione e due triple consecutive dall’angolo che valgono la nuova parità a quota 23 al 15’.
Hasbrouck e Infante spingono ancora avanti l’Assigeco siglando un parziale di 8-0 per 23-28 al 16’.
Pronta la risposta di Ravenna che si riporta immediatamente avanti con le conclusioni dalla media di Masciadri e di Marks (29-28 al 18’).
La partita prosegue sui binari di un grande equilibrio con le due squadre pronte a rispondere colpo su colpo ai rispettivi tentativi di allungo. Il punteggio rimane basso così come le percentuali da tre punti (3/12 per Ravenna, 3/13 per Piacenza). All’intervallo lungo il punteggio è di 31-30 in favore di Piacenza.

Uno scatenato Bobby Jones prende letteralmente per mano i compagni nella prima parte del terzo quarto guidando l’Assigeco al primo massimo vantaggio sul 34-42 al 26’. Per l’ex Caserta 9 punti (17 totali) grazie a conclusioni sia nel cuore dell’area sia dai 6,75.
Piacenza continua ad approfittare degli innumerevoli errori al tiro di Ravenna volando sul +9 al termine della terza frazione: 39-48.

Al rientro in campo Ravenna mostra tutto un altro atteggiamento in difesa costringendo Piacenza a svariate palle perse e a tiri forzati allo scadere dei 24’’. L’Assigeco trema ma non sbanda, conservando la leadership del match. De Nicolao in penetrazione segna il primo canestro dal campo dei piacentini dopo ben 6 minuti di completa siccità offensiva (44-50 al 36’). 
Nel concitato finale si assiste agli ultimi vani tentativi di rimonta di Ravenna mentre dall’altra parte Borsato chiude definitivamente i giochi dalla lunetta (4/6 per la guardia ex Siena) sul fallo sistematico messo in atto dai padroni di casa nei secondi finali. 
Piacenza si impone per 58-55 centrando così la quinta vittoria consecutiva e raggiungendo Treviso al secondo posto in classifica.

MVP del match Bobby Jones autore di 17 punti e 15 rimbalzi. Bene anche Formenti con 12 punti uscendo dalla panchina. Per Ravenna, Tambone e Masciadri sono gli unici ad andare in doppia cifra con, rispettivamente, 16 e 11 punti.

 

Fonte: Ufficio Stampa Assigeco Basket