Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Biella, la favola continua: la vittoria contro Legnano vale il primo posto

La squadra di Carrea vince la settima partita consecutiva e ottiene la vetta solitaria in classifica

Domenica 27 Novembre 2016 | | LNP


Settima vittoria consecutiva dell'Angelico Biella che, nonostante l'assenza per infortunio di Mattia Udom, si aggiudica davanti a 3817 spettatori - record stagionale all'ombra del Mucrone - il big-match della 9^ giornata che la vedeva opposta all'altra capolista Legnano. Forum inviolato e primo posto solitario in classifica a quota 16, al termine di una gara che gli uomini di Carrea hanno condotto con autorità per 35 minuti dopo l'unico, iniziale vantaggio degli ospiti sul 7-9. I rossoblù hanno costruito il break vincente proprio nella prima frazione, mantenendolo e consolidandolo in quelle successive, fino ad un massimo vantaggio di 19 punti nel terzo quarto. Inutile il ritorno finale di Legnano che non ha mai dato l'impressione di poter realmente rientrare, l'Angelico ha potuto condurre in porto la vittoria con tranquillità, con l'unico piccolo rammarico di uno scarto finale che avrebbe potuto essere un poì più generoso del 71-64 con cui si è chiuso il match.

Primo quarto. Carrea schiera Venuto, Ferguson, De Vico, Hall e Tessitori, coach Ferrari risponde con Palermo, Raivio, Frassineti, Ihedioha e Mosley. Avvio in equilibrio, dopo 3 minuti lo score è 5-5 con le triple di Frassineti e Ferguson, a metà frazione Legnano è avanti 9-7 ma De Vico replica con una tripla e Tessitori va a segno da sotto, 12-9 e time out degli ospiti. La difesa Angelico sale di intensità e Legnano non trova soluzioni, Ferguson allunga con una tripla ed Hall fa il bis, doppiando gli avversari (18-9). Mancano 100 secondi alla sirena, Wheatle risponde a Raivio, Mosley fa 1 su 2 dalla lunetta ma quando manca un solo secondo Rattalino va a segno da sotto subendo fallo da Mosley. Il giovane centro rossoblù sbaglia l'aggiuntivo ma il tempo si chiude comunque sul 22-12.

Secondo quarto. Ihedioha accorcia, Ferguson risponde ma a De Vico viene chiamato un antisportivo che manda Navarini in lunetta per uno zero su due. Martini finalizza però l'extrapossesso, Tessitori replica dal pitturato ma lo stesso devono fare De Vico (dalla lunetta) ed ancora Tessitori, sempre su canestri di Martini. 30-20 a 5'46” dalla sirena, time-out di Legnano dopo una palla persa ma l'Angelico va al massimo vantaggio con un parziale di 7-2 con 5 punti di Hall. È sempre Martini a tenere a galla i suoi con una tripla (37-27) e con un +10 per i rossoblù si va all'intervallo lungo grazie ai liberi di Hall e Mosley ed ai canestri di De Vico e Frassineti: 41-31.

Terzo quarto. Entrambe le squadre tornano ai quintetti iniziali, ma si comincia con una persa per parte, poi Legnano brucia i 24 secondi, Tessitori non finalizza un pick and roll ma gli ospiti spediscono un'altro pallone in tribuna. Dopo il time-out degli ospiti Tessitori si fa perdonare da sotto, Raivio replica ma Tessitori concede il bis, poi Hall schiaccia su rimbalzo offensivo ed è il nuovo massimo vantaggio (47-33). Tessitori però commette in rapida successione terzo e quarto fallo concedendo due liberi a Martini, azzerati da una tripla di De Vico per il +15 rossoblù, che diventa +19 con un nuovo parziale di 6-2 firmato da Ferguson e Wheatle, autore anche di stoppata su Maiocco, prima che il solito Martini (19 per lui) chiuda il tempo con un parziale personale di 6-0: 56-43.

Ultimo quarto. Ihedioha mette a segno due liberi, Venuto entra nel “suo” quarto e piazza una tripla seguito da un contropiede di Hall con lancio dalla difesa: 61-45. Ihedioha e Raivio provano a ricucire, Biella consuma il bonus falli, perde una palla in attacco ma non molla in difesa e con Ferguson ed Hall torna al +14, nonostante una palla recuperata da Raivio e finalizzata in contropiede. Quarto e quinto fallo (tecnico) a Palermo ma Biella non sfrutta l'occasione, Ihedioha ci prova con una tripla ma trova la puntuale risposta di Ferguson dall'arco, poi Hall mette il libero per il tecnico alla panchina ospite. Sul 69-54 quinto fallo anche per Tessitori, poi quattro liberi a segno per Legnano ed un canestro di Mosley fanno scendere il vantaggio rossoblù alla singola cifra a 69 secondi dal termine. Time-out di Carrea, non va la tripla di De Vico ed ancora Mosley accorcia ma ormai il cronometro è nemico degli Knights, ancora a segno con Martini cui risponde Ferguson (i due migliori marcatori della serata) a fil di sirena: finisce 71-64.

Angelico Biella-Europromotion Legnano 71-64
Parziali: 22-12, 41-31, 56-43.
Angelico Biella: Ferguson 19, Hall 17, Massone, Venuto 3, Luca Pollone, De Vico 14, Gatti n.e., Wheatle 4, Rattalino 2, Tessitori 12, Pasqualini n.e.. All.: Carrea.
Europromotion Legnano: Navarini, Maiocco, Frassineti 7, Palermo, Martini 23, Ihedioha 9, Sacchettini, Gastoldi n.e., Raivio 10, Tognati n.e., Mosley 15, Battilana n.e.. All.: Ferrari.
Arbitri: Borgo, Boscolo, Maschietto.


Fonte: Ufficio Stampa Angelico Biella