Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Cantù, coach Kurtinaitis: "Non riesco ad accettare errori così stupidi da parte dei miei giocatori"

Parla l'allenatore di Cantù dopo la sconfitta esterna contro Brindisi

Martedì 22 Novembre 2016 | | Serie A

Coach Kurtinaitis commenta così la sconfitta della sua Red October a Brindisi: “Per prima cosa voglio congratularmi con Romeo Sacchetti per la vittoria e la buona prestazione della sua formazione questa sera. Noi invece facciamo fatica a trovare continuità nei quaranta minuti soprattutto nelle partite fuori casa e abbiamo qualche giocatore che non riesce a recuperare il giusto ritmo. Ci sono degli aspetti sui cui dobbiamo sicuramente migliorare, come la nostra qualità offensiva e difensiva. Ci sono però anche troppe palle perse legate a errori banali come le infrazioni di passi. Credo che le palle perse questa sera siano la principale ragione della sconfitta e molte non sono legate ad aspetti tecnici”.

“Come uscire - ha continuato l’allenatore lituano - da questo periodo difficile? -Ovviamente ci servirebbe un successo. Dobbiamo continuare a lavorare per eliminare errori banali e aumentare il nostro controllo della partita. Non riesco ad accettare che i miei giocatori commettano sbagli stupidi come gestire male i secondi possessi. In questo momento diversi nostri elementi non hanno il feeling con il gioco e non hanno chiaro cosa sia necessario fare per vincere una partita di pallacanestro in Italia”.

“Se vogliamo vincere infatti – ha concluso coach Kurtinaitis - dobbiamo avere il doppio di assist rispetto alle palle perse e invece oggi abbiamo perso ancora 20 palloni. Ci sono però degli errori che è difficile togliere a giocatori esperti".

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù