Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Olimpia Milano, coach Repesa: "Ho promesso di rendere Abass e Fontecchio due giocatori da Eurolega"

Parla l'allenatore dell'Olimpia Milano dopo il successo casalingo contro Pistoia

Domenica 27 Novembre 2016 | Fabrizio Fasanella | Serie A

Jasmin Repesa, allenatore dell'Olimpia Milano, ha commentato la straripante vittoria casalinga della sua EA7 contro Pistoia: "Una partita come volevo: hanno giocato tutti con buona intensità, tanta corsa e nessuno si è fatto male. Andiamo avanti così. Campionato non allenante per l'Olimpia? No, ognuno fa fatica quando ci sono così tante gare. Stasera abbiamo avuto una reazione dopo un incontro perso e che, onestamente, si poteva vincere. È stato importante mostrare un segnale del genere fin da subito. Pistoia non era da sottovalutare e siamo stati bravi. A me non è dispiaciuta questa partita. Al contrario, non mi piacciono le partite in cui non mettiamo l'energia giusta, come per esempio nel finale contro l'Olympiacos e contro il Real Madrid e il Bamberg. In Eurolega potevamo sicuramente avere due vittorie in più, ma bisogna anche dire che abbiamo perso contro squadre che hanno budget nettamente superiori a noi. Dobbiamo avere più continuità. Quando abbiamo preso Abass e Fontecchio ho promesso di farli diventare giocatori da Eurolega. Io mantengo la mia parola, loro si allenano duramente e lavorano bene. Fontecchio ha fatto una partita molto positiva e sono soddisfatto, però il ragazzo ha rifiutato due tiri: deve mostrare più cattiveria. Abass, invece, non ha fatto bene, ha sofferto e non è stato concentrato come al solito. Per questo dico che serve più continuità".