Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Altra beffa europea per la Dinamo, Cotton allo scadere fa piangere Sassari

Dopo il Besiktas anche il Ludwigsburg espugna Sassari con una tripla sulla sirena

Martedì 22 Novembre 2016 | | Europa

Al PalaSerradimigni va in scena l’ennesimo finale al cardiopalma con la vittoria allo scadere dei tedeschi del MHP Riesen Luswigsburg. In un match appassionante, che ha visto entrambe le squadre protagoniste di una danza punto a punto è la tripla di Cotton a consegnare il successo agli ospiti. I giganti, dopo un avvio condizionato un po’ freddo, trovano il ritmo e scavano il gap, condotti da Savanovic (24 pt, 5 rb, 8 falli subiti) e Carter (21 pt, 3 rb, ), volando fino a +11. Gli ospiti però innescano la rimonta e restano a contatto fino agli ultimi istanti. Entrambe le squadre hanno dato il massimo sul parquet, il finale è l’emblema di questo sport: si può vincere o perdere nel basket all’ultimo tiro.

Round 6 Basketball Champions League. Sesta sfida europea per gli uomini di coach Federico Pasquini che affrontano in casa i tedeschi del Ludwigsburg in un match cruciale per il cammino dei giganti in Europa. Ospiti questa sera al PalaSerradimigni gli studenti del Convitto Nazionale Canopoleno, Gli studenti Erasmus dell’Università di Sassari, gli atleti della Dinamo Academy, futuro biancoblu e il Comitato Beata Assunta di Bortigali.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Lacey, Savanovic, Carter, Stipcevic e Olaseni, coach Patrick risponde con Hammonds, Cotton, McGrady, Martin e Thiemann. Partenza sprint degli ospiti che mettono a segno un parziale di 8 punti, è Carter a sbloccare i suoi infilando due liberi e una tripla. Anche Savanovic si iscrive a referto e con due bombe dall’arco sigla la parità. L’ala serba trascina i suoi avanti, dopo 10’ il tabellone dice 19-18. Break biancoverde: ad aprire i giochi è D’Ercole dai 6.75, che serve anche l’assist a Lydeka. Cotton sblocca i suoi ma il Banco continua la sua cavalcata con un’altra tripla di Lollo e Lacey. Il duo Boone-Martin firma la rimonta tedesca, reazione sassarese con Savanovic e Sacchetti che chiudono il primo tempo 39-33. Al rientro dall’intervallo lungo Cotton e Martin innescano la rimonta ma Carter, Djo e Stipcevic ricacciano indietro gli ospiti firmando il +11. Fiammata tedesca con Boone e Cooley e Ludwisburg si riportano a un possesso di distanza. Due triple di Toppert e al 30’ il tabellone dice 59-58. Gli ospiti trovano il sorpasso con Cooley e Toppert in versione cecchino dai 6.75: non ci stanno i giganti che ristabiliscono la parità con Savanovic dall’arco. Botta e risposta tra le due squadre che si fronteggiano punto a punto. Allunga i Banco con Lacey e Carter ma Martin infila il canestro del 74 pari con 3’ sul cronometro. Martin punisce dall’arco, Savanovic risponde monetizzando il fallo avversario dalla lunetta. Una bomba di Sacchetti dice 79-77 con 46’’ da giocare. La difesa sassarese alza gli scudi ma concede a fil di sirena il roccambolesco canestro di Cotton che consegna la vittoria agli ospiti: 79-80.

Dinamo Sassari 79 - MHP Riesen Ludwigsburg 80

Parziali: 19-18; 20-15; 20-25; 20-22.

Progressivi: 19-18; 39-33; 59-58; 79-80.

 

Dinamo Sassari. Johnson Odom 2, Lacey 7, Devecchi, D’Ercole 6, Sacchetti 8, Lydeka 6, Savanovic 24, Carter 21, Stipcevic 3, Olaseni 2, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.

Riesen Ludwigsburg.Hammonds 9, Cotton 19, McGrady, Martin 15, Breuning, Gonzalvez, Boone 10, Konè, Thiemann 3, Toppert 12, Loesing, Cooley 12. All. John Patrick.

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari