Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Esposito: "Mi aspetto delle risposte"

Il coach presenta la sfida con Trento e parla dello stato di salute della squadra dopo l'innesto di Roberts: "Continuo a non essere soddisfatto del rendimento generale"

Sabato 19 Novembre 2016 | | Serie A

Consapevole dell'importanza della sfida con Trento, Vincenzo Esposito così presenta la gara di domani nella consueta conferenza stampa pre-partita di questa mattina: "Affrontiamo una squadra che, nonostante le tre sconfitte consecutive, ha un roster, per quanto rinnovato, abbastanza importante. Sappiamo che sarà una partita difficile e importante -spiega Esposito- anche perché per certe versi, almeno stando a quello che dicono finora le statistiche, siamo squadre simili: non abbiamo ancora raggiunto il necessario livello di continuità, siamo due formazioni a cui piace molto correre e giocare a ritmi alti, anche perché molto presenti a rimbalzo, ma incostanti dal perimetro. Per questo credo che avrà grandi possibilità di vittoria la squadra che, meglio dell'altra, saprà attaccare a difesa schierata".

Il tecnico biancorosso sa che il momento della squadra non è semplice, ma puntualizza: "A livello di impegno credo che a questi ragazzi non si possa rimproverare davvero niente, ma ovviamente lavorare durante la settimana costantemente a ranghi ridotti non ci ha aiutato. Giocare in casa, contro un avversario in questo momento alla nostra portata, è un'occasione importantissima: dobbiamo -chiarisce Esposito- fare il possibile e anche di più per portare il risultato a casa, anche perché sul piano fisico rispetto alla settimana scorsa siamo in leggera ripresa. Antonutti pian piano sta migliorando, ma del resto sapevamo che il suo problema richiedeva circa un mese di pazienza, Boothe anche se ovviamente non al 100%, sarà comunque della partita: ecco, rivedere il roster quasi al completo deve darci positività e fiducia in vista della gara".

Il coach si sofferma anche sull'innesto di Roberts: "Al di là del perfetto atteggiamento e del grande impegno durante gli allenamenti, non eravamo contenti -spiega Esposito- del rendimento complessivo della squadra, a esclusione forse dello spot di numero 5. Perciò quando si è presentata l'occasione giusta abbiamo deciso di intervenire, inserendo un giocatore già vistato, esperto, che già conosceva la serie A. Purtroppo continuo a non essere del tutto soddisfatto, anche se nel reparto esterni qualche miglioramento a Venezia c'è stato, e quindi con Trento mi aspetto delle risposte da parte della squadra. Non voglio dire -precisa Esposito- che i giocatori siano sotto esame, però è chiaro che io devo pensare al bene della squadra e della società e quindi se i risultati dovessero continuare a non essere soddisfacenti, è inevitabile aspettarsi qualche altro intervento, ovviamente sempre tenendo presente quello che offre il mercato in relazione alle nostre possibilità".

 

Fonte: Ufficio Stampa Pistoia Basket