Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Primato e record di Reyes: è la noche del Real

Unics battuto 89-75

Giovedì 24 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Terza vittoria consecutiva e momentaneo primato per il Real Madrid, che ha superato l'Unics Kazan 89-75 e ha agganciato a 14 punti il CSKA Mosca, lasciando invece i rivali di serata in ultima posizione con 4 punti assieme al Bamberg e al Galatasaray.
E' stata una notte speciale per il capitano dei Blancos Felipe Reyes, che è diventato il quinto giocatore a superare la barriera di 2.500 punti in Eurolega. Reyes ha superato Mike Batiste (2.496 punti) e Dimitris Diamantidis (2.495) durante la serata. E lo ha fatto in grande stile, segnando 16 punti mentre Sergio Llull ha aggiunto 14 punti e 7 assist. Rudy Fernandez ha segnato 12 punti, Jaycee Carroll 11 e Othello Hunter 10.
Nei russi, a sorpresa, il best scorer è stato Art Parakhouski con 19 punti. Keith Langford ne ha messi "solo" 13, Marko Banic 12 e Quino Colom 10.
La chiave del successo madrileno è stata proprio nella grande pressione impressa sullo spauracchio Langford, autentico motore dell'Unics che ha perso 11 palloni in serata e ha perso un po' la bussola dopo l'intervallo.
Kaimakoglou e un gioco da tre punti di Parakhouski  hanno aperto la gara con il 4-5 Unics. Jonas Maciulis da tre e Gustavo Ayon ha messo pressione sotto canestro per la rimonta: 13-10 Madrid. Maciulis è stato per il Real il migliore nel primo quarto, suggellando un gran momento con un contropiede micidiale per il 23-14. Una grande schiacciata di Anthony Randolph e tre tiri liberi di Langford hanno il punteggio sul 25-17 dopo 10 minuti.
Banic e Parakhouski a inizio secondo quarto hanno provato ad accorciare, ma il Real ha tenuto sul 28-22. Hunter e Randolph hanno riportato a +9 la squadra di Laso: 36-27. L'1-9 di Colom e Banic spaventa i Blancos raggiunti sul 37 pari, ma il solito tiro ignorante alla Basile di Lllull manda tutti al riposo con il Real nuovamente avanti 40-37.
L'Unics è però trasformato. Dopo l'intervallo Parakhouski e Langford firmano l'inaspettato sorpasso sul 42-43. Fernandez e Reyes osi scatenano, con l'ausilio di Othello Hunter portano nuovamente avanti il Real fino al 52-45. Langford e Antipov non mollano, 54-50, Hunter e Carroll, però, rilanciano a fine quarto: 62-55.
L'uomo in più di inizio ultimo quarto delle Merengues è Jaycee Carroll, che spinge fino al 71-59 a sette minuti dalla fine. Orlando Johnson e Parakhouski riportano sotto l'Unics, 73-66, ma Llull e Fernandez scacciano le streghe, 82-70 a tre minuti dalla fine. La gara è in ghiaccio, il finale è di 89-75 e il Real festeggia il suo principe Felipe e una noche al primo posto...