Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Clasico senza storia: il Real distrugge il Barça

Vincono i Blancos 103-62

Sabato 19 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Mai si è visto un Clasico così sproporzionato. Il Real ha letteramente umiliato al Palau Blaugrana il Barcellona con un emblematico 63-102 che va oltre le assenze dei padroni di casa. Il Real Madrid va in seconda solitaria a 12, mentre gli azulgrana restano a 8.
Una gara con veramente poco da dire, un dominio da inizio a fine in salsa Merengues, con Llullo ancora sugli scudi con 20 punti e 7 assist, mentre Randolph ha messo 18 punti più 11 rimbalzi e 3 blocchi. Jaycee Carroll ha realizzato 19 punti e un 4/6 da tre. 
Tyrese Rice è stato l'unico a salvarsi nella squadra di Bartzokas con 23 punti, ​​Joey Dorsey ha raccolto 10 punti e 7 rimbalzi, e Aleksandăr Vezenkov 5 punti e 10 rimbalzi.
Di fatto la gara si è chiusa dopo 20 minuti, con un emblematico 31-54 che diceva già tutto...
Subito in avvio Doncic e Llull hanno messo un chiaro 0-7. Rice ha risposto, ma Jaycee Carroll e Felipe Reyes hanno avuto vita facile: 7-15. Marcus Eriksson e Ante Tomic hanno dato vita al miglior momento del Barcellona in tutta la gara, venendo rintuzzati da Llull sul 13-20. Carroll e Randolph hanno fatto piazza pulita: 17-29 dopo 10 minuti.
Nel secondo quarto bel duello tra le coppie Randolph-Nocioni e Tomic-Koponen: 25-34. Lo 0-10 di Llull e Randolph ha di fatto chiuso la contesa sul 25-44, tanto che ancora il capitano con Fernandez ha allungato su un 28-53 ridimensionato a fine tempo da Rice sul 31-54.
Reyes  Llull e Maciulis maramaldeggiano dopo l'intervallo: 36-62. Doncic mette il 37-68, con Dorsey che da cenni di vita catalani: 46-75, dopo 30 minuti.
Nell'ultimo quarto il Madrid infierisce, con Fernandez e Randolph: 54-101. Il 63-102 finale è umiliante per il Barça e indimenticabile per le Merengues...