Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Milano si scioglie nel quarto periodo e il Fenerbahce espugna il Forum

Istanbul vince il quarto periodo con il punteggio di 21-7 e passa sul parquet di Assago

Giovedì 24 Novembre 2016 | Fabrizio Fasanella | Eurolega

Assago (MI). Secondo insuccesso europeo consecutivo per l'Olimpia Milano, che esce sconfitta (70-79) dall'incontro casalingo contro il Fenerbahce di coach Obradovic e Gigi Datome (10 punti e 4 rimbalzi). Dopo aver sofferto per tutto il primo tempo, l'EA7 segna 27 punti nel terzo quarto e crolla, però, davanti alla solida difesa dei turchi nel corso del quarto periodo (21-7 il parziale dell'ultima frazione a favore degli ospiti). Decisive le prove dei due esterni di Istanbul: 18 punti, 7 rimbalzi e 4 assist di Sloukas e 14 di Dixon. In casa EA7 spiccano le prestazioni di McLean (15 punti e 8 rimbalzi) e Sanders (17 punti).

 

OLIMPIA, CHE FATICA! - Il Fenerbahce tira con buone percentuali dal campo e morde in difesa. Milano, infatti, segna solo 7 punti nei primi 7 minuti di gara e rischia di sprofondare dopo le due triple consecutive di Sloukas (7-17). Nel finale del quarto d'apertura, però, Simon si alza dall'arco e Sanders buca la retina da 3 sulla sirena per ricucire lo svantaggio biancorosso (-4 al termine del primo periodo). La "bomba" di Dixon e il guizzo di Sloukas riportano gli ospiti sopra di 7 lunghezze e all'Olimpia non bastano Sanders e McLean. La seconda frazione, quindi, prosegue seguendo il solito copione, con l'EA7 che prova ad avvicinarsi e i turchi che allungano sistematicamente nell'azione successiva. Milano non dà mai la sensazione di poter mettere la testa avanti, è nervosa (tecnico a Macvan) e va negli spogliatoi sotto 36-44.

27 PUNTI NEL TERZO PERIODO – Dopo un'improbabile tripla di Kalinic, il Fenerbahce raggiunge il +8 e la gara sembra già ben indirizzata. I turchi, però, hanno problemi di falli (3 di Vesely, Datome e Kalinic) e un'aggressiva Milano porta avanti un break di 6-0 con Sanders e McLean, i due mattatori dell'ottimo terzo periodo milanese (27-14). Ancora Sanders, poco dopo, stoppa incredibilmente Datome e manda Hickman a segnare il -1 EA7 in contropiede. I meneghini hanno l'inerzia dalla loro parte, difendono bene e continuano a lottare fino al tanto atteso vantaggio, allungato poi a +5 (63-58) alla fine della penultima frazione grazie ai colpi di McLean e Pascolo.

MA SOLO 7 NELL'ULTIMO QUARTO - Istanbul comincia il quarto periodo con un parziale di 7-0 e l'Olimpia sembra non avere più la benzina necessaria per impensierire gli avversari. Milano smette di giocare di squadra in attacco, Dixon ha la mano calda e il Fenerbahce, perfetto in difesa, ribalta definitivamente la gara. Il punteggio a 1 minuto e 45 dalla fine è di 73-67 per i turchi, che però perdono palla e lasciano aperte le speranze della truppa di coach Repesa. Sanders fa passi nell'azione successiva, Hickman accorcia a -4 a 1 minuto dalla sirena e Udoh, con maturità, firma il semi-gancio del KO biancorosso.

 

Euroleague, Round 9: Olimpia Milano - Fenerbahce Istanbul 70-79 (17-21, 19-23, 27-14, 7-21)

Milano: Sanders 17, McLean 15, Simon 11

Istanbul: Sloukas 18, Dixon 14, Kalinic 13, Udoh 11, Datome 10