Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'Efes s'è desto! Pana ko ad Istanbul

Vittoria turca 91-83 sui greci

Sabato 5 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Dopo una maratona e due overtime, l'Anadolu Efes Istanbul sconfitto il Panathinaikos 91-83 firmando una grande impresa che certifica la guarigione della squadra di Perasovic che sale a quota 4 lasciando a sei quella di Xavi Pascual.
Nella rinascita turca c'è ancora la firma di Thomas Huertel, 17 punti, supportato da DeShaun Thomas con 13, Tyler Honeycutt a 15 punti e ben 13 rimbalzi, un grande Bryant Dunston con 12 e 11 di Derrick Brown. Il collettivo turco ha funzionato dall'inizio alla fine, dimostrando che l'inizio difficoltoso di Eurolega è ormai un brutto ricordo.
Nel Panathinaikos ha brillato K.C. Rivers con 15 punti, bene anche Nikos Pappas con 13, James Gist con 12 punti e 11 rimbalzi. Benino Demetris Nichols con 11 punti, mentre Nick Calathes a 10 e ha brillato con 12 assist per il Panathinaikos, che deve farsi due domande su una gestione di gara troppo sconclusionata e con troppi alti e bassi che hanno cancellato un buon primo tempo.
L'inizio è stato molto combattuto, con i Greens in partita ma con un super Heurtel che imposta il 16-15 Efes. Tuttavia Calathes decide di entrare in gara e chiude la prima frazione sul 16-20 Pana.
Ioannis Bourousis, Pappas e Antonis Fotsis hanno seminato il terrore per tutta Istanbul in avvio di secondo quarto con il 22-32. Heurtel e Honeycutt rispondono con un 8-0 percorso che ha portato l'Efes sul 30-32. Pappas e Rivers hanno immediatamente risposto, chiudendo il primo tempo sul 35-42.
L'Efes trovato dopo l'intervallo una clamorosa spinta da 11-0 (46-42) con Dunston e Honeycutt. Gist e Pappas ha cercato di cambiare le cose per il Panathinaikos e un gioco da due di Bourousis ha stabilito il 48-48. Thomas e Dunston da una parte, Gist e Nicholis dall'altra si "scannano": finisce il terzo quarto 53-53.
Granger accende l'ultimo quarto per l'Efes, firmando il vantaggio 68-65 a meno di tre minuti dalla fine. Nichols risponde, e i Greens scattano sul 68-70 a 1 e 10. E' un ping-pong: Cotton pareggia, 70 pari. A 4 secondi dalla fine Rivers ha la palla per il successo ospite, ma l'errore condanna le due all'overtime.
Nei primi cinque minuti è ancora clamoroso l'equilibrio: 77-77.
La situazione la spezza Brown assieme ad Honeycutt che spingono l'Efes sull'82-77 Efes. Cotton sembra chiudere tutto (86-77), Gist regala gli ultimi brividi (86-83) ma è Thomas Heurtel a chiudere sul 91-83 una serata infinita e meravigliosa per l'Efes, lasciando tutte le amarezze a un bello ma sconclusionato Panathinaikos...