Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Cuore Bamberg, ma Teodosic lo trafigge

Vittoria russa 88-90

Giovedì 1 Dicembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Non basta un grande cuore al Bamberg per aver la meglio dei campioni d'Europa del CSKA Mosca. La squadra di Itoudis si è imposta 88-90 in Germania lanciando la fuga a 18 punti e lasciando in ultima piazza i ragazzi di Trinchieri a 4 punti.
La chiave della vittoria russa è nella grande vastità di soluzioni, in particolare con Teodosic e Vorontsevich nonostante uno sforzo immane dei tedeschi, capaci di rimontare un -19 e sfiorare un clamoroso successo.
Il migliore del CSKA è stato Teodosic con ben 31 punti, e Andrej Vorontsevich ha segnato 15. Fridzon e Kyle Hines finito con 9 punti a testa.
Nel Bamberg Nicolò Melli è stato spettacolare con 26 punti, Daniel Theis si è fatto strada a 19 punti e 9 rimbalzi, Fabien Causeur ha segnato 12, e Janis Strelnieks 11 punti.
L'avvio è stato tutto degli ospiti, uno 0-10 firmato Teodosic-Hines. Causeur e Melli entrano in gioco, ma il serbo difende i suoi rimanendo con un risicato 16-17.
Khryapa infila 6 punti all'inizio del secondo parziale, spingendo i russi sul 16-24. Il Bamberg ci prova con Meli, ma i russi non ci cascano come nel primo quarto. Higgins replica e chiude il primo tempo sul 30-41.
Il CSKA ha aperto il terzo quarto con Vorontsevich e Teodosic sugli scudi e un eloquente 32-51 che pare chiudere la gara. Ma Strelnieks, Miller e Melli aprono le danze, alle quali si aggiunge anche Causeur per una rimonta entusiasmante: si va così agli ultimi 10 sul 58-61 CSKA, tutto aperto.
L'abbrivio ora è tutto tedesco:Melli e Theis firmano il pareggio sul 67-67 a sei minuti dalla fine. L'equilibrio ora è clamoroso, si arriva sull'83-84 con 1:10 da giocare. Si arriva a una serie di liberi da una parte e l'altra, all'88-88 e 8,1 secondi prima dei 40 minuti. Teodosic e Theis sbagliano, ma il serbo ha l'ultimo guizzo e pesca  Fridzon a 1.7 secondi dalla fine per l'88-90 che trafigge il cuore di un Bamberg tanto generoso quanto sfortunato. Ma con il CSKA c'è poco da fare...