Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Esposito: "Con Sassari impegno difficile, ma siamo in crescita e vogliamo proseguire nel nostro percorso"

Il tecnico biancorosso analizza la gara di domani contro i sardi: "Affronteremo una squadra completa in ogni reparto, ma il PalaCarrara potrà darci la giusta energia"

Venerdì 4 Novembre 2016 | | Serie A

Consapevole della difficoltà dell'impegno, ma deciso a regalare un'altra serata di gioia al popolo biancorosso: così coach Esposito affronta la consueta conferenza stampa pre-gara; dimenticata la sbornia con Varese, infatti, è già tempo si sintonizzarci sul secondo match casalingo consecutivo, quello, proibitivo, con gli uomini di Pasquini.

"Affronteremo una squadra completa in tutti i reparti, ricca di talento ed esperienza, ma noi siamo in crescita -chiarisce subito Esposito- e vogliamo proseguire nel nostro percorso. Certo, l'assenza di Antonutti complica non poco i nostri piani, ma come abbiamo fatto con Varese proveremo ad adattarci, potendo contare sulla disponibilità dei ragazzi. Sassari, se possibile, è una squadra ancora superiore rispetto a quella di Paolo Moretti: ha un reparto esterni ricco di talento ed esperienza, mentre i lunghi sanno abbinare l'esperienza di gente come Lydeka e Stevanovic, all'atletismo di Olaseni".

Le chiavi tattiche del match non saranno molto diverse rispetto a quelle della partita con Varese: "I ragazzi sanno -spiega Esposito- che la nostra partita deve passare da sicurezze offensive che stiamo gradualmente acquisendo, ma che altrettanto dobbiamo poter contare sull'energia difensiva nell'arco di tutti i quaranta minuti. Da questo punto di vista, giocare davanti al nostro pubblico è un aiuto importante, perché, proprio a livello di energia, domenica abbiamo visto quanta il PalaCarrara riesca a trasmettercene, mentre in trasferta ancora sotto questo aspetto pecchiamo a livello di continuità".

Non può, ovviamente mancare un riferimento al mercato, con la società sempre vigile alla ricerca dell'uomo giusto per sostituire Thornton: "Non dobbiamo avere fretta, anche perché ovviamente l'infortunio di Antonutti deve essere monitorato in funzione di eventuali scelte che andremo a fare. Ci vuole grande serenità in questo momento e guai a farci prendere la mano: è vietato sbagliare e, per fortuna, la squadra, pur avendo affrontato tre trasferte su cinque, a livello di risultati è in linea con le aspettative. La realtà è che il mercato offre poco, almeno per quelle che sono le nostre possibilità: mi sembra che sia un problema che non abbiamo solo noi in questo momento".

 

Fonte: Ufficio Stampa Pistoia Basket