Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Smith ne segna 37 e Roseto vince anche contro Udine

Prestazione da urlo di Smith che fa passare una difficile serata ai marcatori avversari

Domenica 30 Ottobre 2016 | | LNP


Roseto Sharks-G.S.A. Udine 83-76

Roseto: Smith 37, Cantarini ne, D'Emilio ne, Fultz 6, Radonijc 7, Fattori 7, Mariani, Mei 7, Casagrande 6, Amoroso 11, Paci 2, Sherrod  All: Di Paolantonio

Udine: Diop ne, Castelli 3, Okoye 3, Zacchetti 11, Truccolo 11, Nobile 3, Cuccarolo 4, Traini 8, Ferrari 2, Vanuzzo, Ray All: Lardo

 

Arbitri: Brindisi, Lestingi, Solfanelli

Note: Parziali: 15-13, 32-31, 61-49. Roseto: 17/27 da 2, 8/25 da 3, 25/28 ai liberi, 27 rimbalzi (6 offensivi), 16 assist, 9 palle perse, 6 palle recuperate. Udine: 16/27 da 2, 12/33 da 3, 8/8 ai liberi, 34 rimbalzi (11 offensivi), 13 assist, 17 palle perse, 4 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno. Espulso per proteste Ray al 39'23". Luogo: PalaMaggetti Turno di A2: 5° Spettatori: 2600

Terza vittoria in tre uscite in casa, e quarta in cinque partite in stagione: la favola degli Sharks non si arresta nemmeno contro una formazione quotata come Udine, che esce sconfitta al PalaMaggetti col punteggio di 83-76. Punteggio molto basso nei primi due quarti (appena 32-31 al 20'), poi i 29 punti nel terzo periodo dei ragazzi di coach Di Paolantonio permettono loro di allungare sul +12 del 30'. L'ultimo quarto è iniziato nel totale equilibrio, poi l'APU ha messo il piede sull'acceleratore e si è portata sul +4 (72-76) a 1' dalla fine, facendo tremare i tifosi biancazzurri. Ma a quel punto, l'ingenuità di Ray che si fa espellere e la freddezza di Smith (che chiude con 37 irreali punti a referto) ai liberi hanno aperto la strada del successo ai biancazzurri, che si portano meritatamente a casa i due punti.

Alla palla a due, coach Di Paolantonio schiera Fultz playmaker, Smith guardia, Radonijc ala piccola, Amoroso e Paci sotto canestro; coach Lardo lancia invece Traini e Ray esterni, Okoye e Castelli ali, Cuccarolo pivot. Smith sblocca il match con un libero, Castelli apre il fuoco da 3 e Radonijc risponde dalla stessa distanza per il 4-3. Ray si sblocca con due canestri in penetrazione, poi Cuccarolo appoggia da rimbalzo offensivo il 4-9 dopo 6' minuti di gioco: si segna col contagocce. Mei si sblocca dall'arco, ma Cuccarolo non si fa pregare e realizza il 7-11 a 2:07 dalla fine del primo quarto. Amoroso fa 2/2 dalla lunetta, poi Casagrande impatta in contropiede e Fultz compie il sorpasso con due liberi: 13-11 a 42 secondi da giocare. Casagrande chiude con un 2/2 dalla linea della carità il primo quarto sul 15-13.

Botta e risposta tra Ray e Smith in apertura di secondo periodo, poi Zacchetti arma la mano di Nobile che mette la tripla del 17-18. Ray e Zacchetti allungano il parziale, intervallati da un appoggio di Fattori, e firmano così il 19-22 a 5:40 dall'intervallo lungo. Smith è preciso dalla lunetta, Zacchetti fa ancora canestro dalla media e poi Truccolo realizza una tripla fortunosa alla quale risponde Smith con la stessa carta: 24-27 con 3:41 da giocare. Lo show del numero 2 biancazzurro (altri 4 punti) e del numero 7 bianconero continua fino al 28-29. Il tap-in di Castelli apre gli ultimi 2', ma Casagrande dalla media e Fultz dalla lunetta mandano le squadre negli spogliatoi sul 32-31.

Al rientro in campo, Ray realizza in penetrazione, poi Smith e Truccolo da 3 confezionano il 35-36. Paci da sotto, Ray è preciso ai liberi e Udine è di nuovo avanti sul 37-38. Smith segna di tabella, Mei in penetrazione e Radonijc da 3: gli Sharks volano sul +6 (44-38) a 6:25 dalla fine della terza frazione. Smith non si ferma e fa ancora canestro di tabella, Truccolo sblocca i suoi dall'arco e siamo 46-41. Smith confeziona un 2+1, poi serve Amoroso che appoggia in contropiede; l'ex Fortitudo prende e segna da 7 metri la tripla del 54-41 che fa esplodere i 2600 del PalaMaggetti. Radonijc fa 1/2 ai liberi, Traini è più preciso, poi Fattori si inventa il canestro del 57-43 a 2:06 dalla terza sirena. Traini manda bersaglio una tripla, Fultz risponde in penetrazione e due liberi di Smith chiudono un ottimo terzo quarto biancazzurro sul 61-49.

Un canestro di Ferrari apre gli ultimi 10', poi le triple di Fattori e Zacchetti muovono il punteggio sul 64-54 a 8' dalla fine. Ray segna in contropiede, Amoroso risponde di forza ma Traini manda a bersaglio la tripla del 66-59 a 6:25 dalla fine del match. Ray mette il -5 in allontanamento, poi si inventa dal nulla il 2+1 del -2 e la tripla del sorpasso: 66-67 a 4:13 dalla fine e finale thrilling all'orizzonte. Smith muove dalla lunetta il punteggio dei suoi e li riporta avanti, poi segna il jumper del 70-67, ma Ray infila la bomba della parità a 2:30 dalla fine. Okoye realizza una tripla pesantissima, Amoroso risponde per il -1, Ray segna ancora dai 6.75 e siamo 72-76. Smith segna una tripla di vitale importanza a un minuto dalla fine, poi Ray commette una pura ingenuità e si fa espellere: 5/5 ai liberi per un glaciale Adam Smith. Mei e Radonijc chiudono dalla lunetta una partita stratosferica sull'83-76.  

Fonte: Ufficio Stampa Roseto Sharks