Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Assigeco, che batosta: Trieste vince facile contro Piacenza

Vittoria facile dell'Alma Trieste contro una Assigeco mai in partita. Top scorer il "solito" Parks con i suoi 20 punti

Domenica 27 Novembre 2016 | | LNP


ALMA TRIESTE – UCC ASSIGECO PIACENZA 81-56
(24-9, 19-19, 23-15, 15-13)

Trieste: Coronica, Ferraro, Cittadini 9, Pecile 7, Prandin 7, Bossi 10, Da Ros 5, Gobbato 1, Simioni 2, Baldasso 6, Parks 20, Green 14. All. Dalmasson.

Piacenza: Formenti 11, Jones 13, De Nicolao 4, Infante 2, Raspino, Persico 2, Borsato 6, Dincic, Hasbrouck 15, Rossato 3. All. Andreazza.

Bossi si prende subito sulle spalle Trieste firmando di suo pugno il parziale iniziale di 7-0, a cui si aggiunge la schiacciata di Green in campo aperto. Assigeco subito sotto 9-0, Andreazza è costretto a chiamare timeout. 
L’Assigeco si sblocca in attacco solo a metà del primo quarto con la tripla di Hasbrouck ma la marea triestina non accenna a placarsi. Lo spettacolare alleyoop sull’asse Bossi-Green porta Trieste sul +11 (16-5 al 6’). Una tripla di Parks segna il nuovo massimo vantaggio dei padroni di casa: 24-7 sul finire della prima frazione di gioco.
Primo quarto disastroso per Piacenza che concede 24 punti a Trieste (4/9 da tre punti per i padroni di casa) tirando con un complessivo 4/15 dal campo e 4 palle perse.

Trieste è letteralmente scatenata. Parks continua a dare spettacolo in campo aperto mentre le percentuali da tre punti dei ragazzi di Dalmasson non accennano a calare. Al 12’ Trieste è avanti sul 29-11.
Coach Andreazza decide di passare ad un quintetto basso con Bobby Jones da centro e Raspino da numero 4 cercando di allungare la difesa a tutto campo senza, tuttavia, cogliere i frutti sperati.
All’intervallo lungo Trieste conduce col punteggio di 43-28.

Al ritorno in campo l’Assigeco abbozza un tentativo di rimonta affidandosi al solito Hasbrouck ma l’esperienza di Cittadini e Pecile mantengono Trieste su un comodo vantaggio in doppia cifra con distanze pressoché invariate. A metà del terzo quarto l’Alma è avanti 50-36. 
Ancora una schiacciata spettacolare e una giocata fallo+canestro di Green porta Trieste sul +23 sul finire del terzo quarto. 

L’ultimo quarto è di pura accademia per l’Alma Trieste che continua a bucare la retina con continuità, soprattutto da tre punti (12/31 complessivo). L’Assigeco Piacenza continua a faticare in attacco sbagliando tanti tiri, anche aperti, e collezionando un gran numero di palle perse.
Seconda sconfitta consecutiva, dunque, per i ragazzi di coach Andreazza mentre Trieste si conferma avversario ostico tra le mura amiche (quarta vittoria su cinque partite disputate al PalaTrieste).

Fonte: Ufficio Stampa Assigeco Piacenza