Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nunnally fa gioire il Fener! Agguantato il Real

Vittoria al fotofinish turca 78-77

Giovedì 1 Dicembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Un aggancio da batticuore! Il Fenerbahce batte il Real Madrid 78-77 e lo agguanta in classifica a 14 punti al secondo posto nel modo più emozionate e complesso possibile.
L'eroe della serata è stato l'ex Avellino James Nunnally, 18 punti, tra cui un tiro libero a 1.7 secondi dalla fine che ha deciso la partita. Il Fenerbahce si è confermato bestia nera del Real, ricordando la serie di quarti di finale dello scorso aprile, un netto 3-0 turco.
Oltre a Nunnally, tra i ragazzi di Obradovic ha brillato Ekpe Udoh con 14 punti e 10 rimbalzi, Jan Vesely e Kōstas Sloukas hanno aggiunto 11 punti a testa e Nikola Kalinic e Bobby Dixon hanno segnato 10 punti.
Il migliore per un Real ancora una volta beffato nei big match, come a Mosca, è stato Anthony Randolph con 16 punti. Sergio Llull ha fatto 14 punti e 8 assist, Othello Hunter e Gustavo Ayon hanno raccolto 12 punti ciascuno e Jonas Maciulis ne ha aggiunti 10.
Sin dall'inizio si è capito che questa sarebbe stata la serata di Nunnally, protagonista dell'iniziale 14-11 Fener. Il duello tra Kalinic e Fernandez finisce sostanzialmente pari, ma a fine primo quarto i turchi sono avanti 23-19.
Nel secondo quarto Vesely ha allungato sul 30-23, ma gli ospiti hanno infilato un parziale di 0-9 (30-32) grazie a Llull. Sloukas e Nunnally hanno provato a rispondere, ma il Real ha difeso fino al 39-40 alla pausa.
Dopo l'intervallo la gara si incendia. Udoh è il grande protagonista del parziale, ma ancora i Blancos tengono, fino al 57 pari a dieci dalla fine.
Il Fenerbahce pare più in palla. Datome allunga sul 64-60, di la replica un Randolph sempre più padrone della situazione: nuovo pari, 71-71 a cinque minuti dalla fine. Nunnally contro Randolph, il Real torna avanti sul 74-75. Sloukas viene espulso a 2:30 dalla fine e sembra tutto in salita per il Fener, che però impatta grazie a Bobby Dixon: 77-77 a 16,8 secondi dalla fine. Il Real ci prova con Llull, ma sbaglia e Carroll commette fallo su Nunnally. L'ex Avellino, con una mossa di freddezza assurda, segna il primo e fallisce il secondo a 1,7 secondi dalla fine e chiude in maniera glaciale per una vittoria importantissima per i suoi.