Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Ancora Langford! Kazan supera con il brivido la Stella Rossa

Vittoria 65-62 per l'Unics sui serbi

Giovedì 10 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Con un finale thrilling, l'Unics Kazan ha ottenuto la sua seconda vittoria in Eurolega, seconda consecutiva, superando la Stella Rossa 65-62 in una gara decisamente tesa e combattuta che porta così i russi a 4 in classifica, gli stessi punti dei serbi.
Keith Langford con 23 punti è stato ancora una volta il mattatore della serata, con la chicca della tripla a 17 secondi dalla fine che ha completato una rimonta da urlo per i padroni di casa. In una gara con pochi punti i soli Williams e Banic, nella squadra di Pashutin, son riusciti ad andare in doppia cifra, con 10 punti a testa.
La Stella Rossa ha confermato, come venerdì scorso contro Baskonia, una grave anemia offensiva, condensata da una marea di errori in particolare di Jovic (ancora malissimo) e Jenkins. Gli unici ad andare in doppia son stati Wolters con 11 punti e Kuzmic a 10. Ma Radonjic si deve preoccupare seriamente per lo stato psico-fisico della sua squadra che pare, veramente, in una preoccupante involuzione.
L'Unics parte bene con un 6-3 firmato Colom-Langford. Dangubic e Mitrovic rispondono con un perentorio 0-7 Zvezda  (6-10). La gara prosegue sul saliscendi di Banic e Orlando Johnson che portano il 15-13 Kazan. Il finale è convulso: Kuzmic e Mitrovic rispondono a Williams, si chiude il primo quarto sul 17 pari. Una tripla di Dangubic riporta avanti la Stella (21-22), Langford replica da par suo (25-24). Tuttavia il secondo quarto pare in mano agli ospiti, che riescono a gestire bene con Wolters e Bjelica. Simonovic chiude con il +5 Stella (27-32) all'intervallo.
Mitrovic dopo l'intervallo porta a +10 (27-37) la Stella Rossa che pare avere la gara in pugno. Banic e Langford, però, sono caldi e riportano a -4 l'Unics (38-42). La gara è tesa e gli attacchi faticano: tre liberi di Voronov chiudono il terzo quarto 41-43, rimettendo tutto in discussione.
Si entra così, negli ultimi drammatici 10 minuti. Simonovic spinge sul 45-50 la Stella, che sembra in fuga totale visto che pare svegliarsi anche Charles Jenkins che con il solito Simonovic mette il +9, ovvero 49-58 a quattro minuti dalla fine. A Kazan, però, c'è sempre Keith Langford, che ha in Banic un valido scudiero di serata: 56-60. La Stella va in panne, non ne azzecca più una, Langford diviene micidiale: a 58 secondi dalla fine i russi pareggiano, 60 pari. Wolters fallisce due tiri liberi, ma a 17 secondi dalla fine chi arriva? Langoford, of course! Tripla e sorpasso: 63-62. Il finale è da cuori forti: la Stella Rossa ha la palla della vittoria, ma Jenkins la perde ingenuamente, lanciando Banic che mette il 65-62 che fa esplodere la Basket Hall di Kazan che ora comincia a sognare in grande, mentre la Stella Rossa dovrà interrogarsi sui malanni d'autunno che l'affliggono gravemente...