Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Varese dura solo 10 minuti, Brescia espugna con merito Masnago

Dopo un buon avvio l'Openjobmetis perde lentamente il controllo della partita contro la zona della Leonessa

Sabato 19 Novembre 2016 | | Serie A

La Pallacanestro Varese cede tra le mura amiche del PALA2A con il risultato di 74 a 68. Ad avere la meglio la Germani Basket Brescia che si è aggiudicata l’anticipo dell’ottava giornata del campionato di Serie A. I biancorossi di coach Moretti torneranno in campo mercoledì per il match di Champions League contro i turchi del Muratbey Usak Sportif.

La partita comincia subito all’insegna dell’equilibrio anche se Varese a metà tempo prova la fuga sfruttando una rapida transizione conclusa da una bomba di Johnson. Anosike sigla il momentaneo +5 (13-8) che costringe Diana al timeout, ma la Openjobmetis continua a martellare il canestro avversario a suon di triple (Johnson ed Eyenga) chiudendo al 10′ sul 24-12.
Burns suona la carica per i suoi in apertura di secondo quarto con 8 punti consecutivi (24-20); Avramovic sblocca Varese dalla lunetta, ma Brescia risponde con una bomba di Moss per il -2 (25-23). A togliere le castagne dal fuoco sono Eyenga, Kangur e ancora una volta Johnson che riportano i biancorossi sul +6 (35-29) anche se la Leonessa torna prepotentemente a rifarsi sotto con Moore e Michele Vitali che piazza anche il canestro del sorpasso (37-38). Al 20′ è capitan Cavaliero con una bomba sulla sirena a fissare il punteggio sul 42-42.

Kangur ed Eyenga annullano il canestro di Moore in avvio di ripresa, ma Landry tiene in avanti i suoi con 5 punti consecutivi (45-50). Varese non scivola ma anzi risponde con un contro-parziale di 7 a 0 firmato da Maynor ed Anosike che costringe Diana al timeout. La Leonessa torna in campo con il coltello tra i denti e trova il nuovo vantaggio con Moss e Vitali che mantiene fino al 30′ (57-59).
L’inizio del quarto periodo premia la Openjobmetis che in un amen ritrova il vantaggio sul 63 a 59. Brescia prima pareggia a quota 65 e poi si riporta in avanti con la bomba di Landry (65-68). Eyenga accorcia dalla lunetta, ma la tripla di Moss è una sentenza per Varese che non ha più tempo per reagire.

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Varese