Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Il Fenerbahce non c'è più! Anche il Maccabi Tel Aviv banchetta

Vittoria israeliana 87-77

Martedì 15 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Il Fenerbahce si è ufficialmente perso. Nell'inferno della Nokia Arena di Tel Aviv, il Maccabi ha inflitto la terza sconfitta consecutiva alla squadra di Obradovic per 87-77 allargando la crisi turca che sembra non aver fine.
Gli israeliani hanno avuto pazienza e sangue freddo nella gestione della gara, ottenendo un importante vittoria che li porta a 6 punti.
Sonny Weems ha portato 22 punti, risultando l'mvp della serata. Yogev Ohayon ha aggiunto 19 punti, Devin Smith ha segnato 15 e Victor Rudd 10.
Il Fenerbahce, dopo un buon avvio, si è letteralmente perso, non trovando più il filo del gioco e avviandosi verso il terzo ko di fila che li lascia a 8 punti nel pieno marasma di classifica.
Ekpe Udoh ha segnato 17 punti per il Fenerbahce, Jan Vesely ha aggiunto 16 e Kostas Sloukas 10.
Il Maccabi ha preso la gara nel secondo quarto, cancellando di fatto il buon avvio ospite e divenendo infallibile nei suoi effettivi al tiro e in assistenza, dando così la svolta decisiva all'incontro.
Nel primo quarto Udoh ha spinto il Fenerbahce assieme a Bobby Dixon sul 2-8. D.J.Seeley e Colton Iverson hanno replicato per il Maccabi, ma Vesely, con un gioco da 3, ha messo l'8-13. Ohayon è riuscito con un bel parziale di 7-2 (15-15) ad impattare il match, ma i tiri liberi di Sloukas hanno fissato il punteggio sul 15-17 dopo 10 minuti.
Nel secondo quarto Weems ha subito portato avanti il Maccabi sul 22-2. Sloukas e Gigi Datome hanno provato la replica (26-29), ma gli israeliani Maccabi con un super Smith ha imposto un 11-0 di parziale per il 37-29. Colpito, ma non affondato, il Fener ha provato con Udoh e Vesely la replica, andando all'intervallo sotto 43-39.
Dopo l'intervallo la gara è proseguita sul filo dell'equilibrio. Weems risponde a Datome e porta a +6 i padroni di casa (51-45). Gli ospiti non mollano, con Udoh e Dixon arrivano a -1 (53-52). Weems allunga nuovamente (62-54), Sloukas e Vesely chiudono il terzo quarto con il Maccabi ancora avanti, ma di 6: 66-60.
Nell'ultimo quarto, però, il Fenerbahce crolla. Zirbes e Smith martellano, Weems contribuisce e arriva un clamoroso 76-60. La Nokia Arena impazzisce, il Fenerbahce esce lentamente dal campo: finisce 87-77, la crisi ad Istanbul non pare avere fine...