Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

La Vanoli ci prova fino alla sirena finale ma è Capo d'Orlando a portare a casa la vittoria

Generosa prestazione della formazione lombarda battuta da una solida Betaland

Domenica 13 Novembre 2016 | | Serie A

Si spegne sul ferro che respinge la tripla di Holloway l’ultima speranza per la Vanoli Cremona di violare il PalaFantozzi. La Betaland chiude poi l’incontro 79-76 grazie al tiro libero di Stojanovic. La Vanoli, in terra siciliana, ha giocato una partita vera, come detto da Cesare Pancotto in sala stampa, lottando sino in fondo e mettendo in campo ogni singola energia rimasta. La cronaca  vede i primi due quarti equilibrati con l’Orlandina che da il primo scossone all’incontro nel corso del terzo periodo quando, dopo aver tirato 0 su 13 da tre nei primi venti minuti, piazza quattro triple che le permettono di allungare sul più 10 (50-40) per poi chiudere al 30′ 56-48. Nel quarto parziale però la Vanoli ha una grande reazione d’orgoglio che la porta a ribaltare il punteggio al 37′ (69-70). Il finale punto a punto premia la squadra di casa che trova il canestro della vittoria a 9 secondi dal termine con Iannuzzi bravo a trasformare in due punti una palla ricevuta al centro dell’area.

I PROTAGONISTI – Antonio Iannuzzi mette insieme grandi numeri e il canestro che di fatto da la vittoria a Capo d’Orlando. Per lui 19 punti in 17 minuti con 4 su 4 da due e 8 su 9 ai tiri liberi, conditi da 4 rimbalzi e 6 falli subiti. Per Cremona Holloway ritrova la via del canestro dopo l’opaca prova contro Brindisi segnando 24 punti con 5 rimbalzi e 5 assist. Altra doppia doppia per TaShawn Thomas con 12 punti e 11 rimbalzi. Per Turner 15 punti e 6 rimbalzi.

IL DATO – Sono i dettagli che determinano il risultato. Non basta purtroppo alla Vanoli tirare meglio dal campo con il 56,3% da due contro il 50% di Capo d’Orlando e il 33,3 da tre contro il 29,2 della squadra di casa. La miglior precisione ai liberi premia la Betaland.

IL MOMENTO CHIAVE – Il possesso Betaland a 14 secondi dal termine che permette a Iannuzzi di convertire i due punti del 78-76 nonostante la buona difesa Vanoli.

 

Fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona