Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Il Real se la gioca, ma la legge del CSKA è spietata

Vittoria russa 91-90

Sabato 12 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Nonostante una grande prova del Real Madrid, il CSKA Mosca esce imbattuto anche da questo turno di Eurolega, vincendo alla Megasport Arena 91-90 il big-match della sesta giornata salendo così a quota 12 in classifica, punteggio pieno, lasciando i Blancos a quota 8.
La gara si è di fatto decisa nel secondo quarto a favore dei russi, guidati da un immenso Nando De Colo hanno imposto un terrificante 32-12 che ha di fatto ribaltato la grande partenza del Real, che ha avuto il merito di non disunirsi e restare in partita fino alla fine, avendo anche la chance di vittoria con Sergio Llull con la sua classica tripla da mission impossible. Ma contro questo CSKA non c'è niente da fare...
Il miglire del CSKA è stato, come già accennato, De Colo con 28 punti ci cui 16 solo nel secondo quarto. Bene anche Milos Teodosic con 15 punti e 6 assist, che lo portano al terzo posto degli assistmen all time di Eurolega con 978 nella classifica specifica. Nikita Kurbanov ha portato 13 punti e 8 rimbalzi,  Kyle Hines ne ha aggiunti 10.
Nel Real Llull ha chiuso con 21 punti e 7 assist, Jaycee Carroll ha segnato 13, Jonas Maciulis 11 e Gustavo Ayon ha contribuito 10 punti e 7 rimbalzi.
Il Madrid ha avuto un inizio da sogno, sia dal punto di vista che del risultato che del gioco. I visitors nel primo quarto hanno dominato con Llull e Maciulis da tre, ma anche costringendo e innervosendo il CSKA a tanti errori e palloni persi. Doncic ha firmato il +11 (8-19) che ha gelato la Mosca rossoblù. Il risveglio del CSKA è arrivato con Hines, capace di rimettere in sesto, quanto meno in attacco, i suoi. Tuttavia il Real non ha mollato un centimetro, chiudendo avanti 17-26.
Ma dal secondo quarto si scatena Nando De Colo: i padroni di casa ha segnato i primi 14 punti dei secondi dieci, imponendo un parziale choc che ha ribaltato la contesa sul 31-26.  Ma non finisce qui: De Colo è implacabile, e porta sul 39-28 i suoi con una giocata da due punti di Andres Nocioni ha fermato una vera e propria mattanza. Al riposo il CSKA va sul 49-38.
Dopo l'intervallo due triple di Llull riaprono tutto: 59-53. Teodosic riallunga per gli uomini di Itoudis, ma cinque punti di Jaycee Carroll pongono a fine terzo quarto il Real a -5: 73-68.
La gara è apertissima: Randolph in avvio di ultimo quarto porta a 73-70 il risultato. De Colo continua il suo show, ma il CSKA arranca, e il Real piano piano si avvicina: Rudy Fernandez a 5:48 mette il punteggio sull'81-77.
Ora i russi sono in difficoltà: a 25 secondi dalla fine Ayon porta a -1 le Merenguse (87-86), e ci vuole ancora un superbo De Colo, con Kurbanov, ad allungare a +5: 91-86. Non è finita: Carroll è l'uomo in più nel finale per la squadra di Laso, prima difende e poi segna e Maciulis segna il -1: 91-90. Il CSKA vive secondi, istanti di terrore: Llull ha la tripla della vittoria a 3 secondi, ma gli dei sono ancora dalla parte di Itoudis.