Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

NBA Night in Review: Porzingis sempre più leader, spettacolare la “partita delle coppie”. Steccano le due Big

I Top, le sorprese ed i Flop della nottata

Giovedì 17 Novembre 2016 | Antonio Lambiase | NBA

TOP:

Kristaps Porzingis: dopo la prestazione maiuscola, lunedì notte contro Dallas, il lungo lettone ha continuato sulla “retta via”, firmando il suo career-high con 35 punti, mettendo a segno 7 triple nei 40 minuti in cui ha calcato il parquet di casa. Dominatore incontrastato del match dove, nella stessa azione, prima stoppa e poi va a canestro (ormai diventato il suo marchio di fabbrica) con una nonchalance tipica di un veterano, fa passare in secondo piano un'ottima Detroit da ben 102 puinti. A fine partita, conclude con +16 di valutazione.

 

Russell Westbrook: da quando Oklahoma City non è più sotto il “dominio” di Kevin Durant, il #0 è salito in cattedra e si è caricato sulle spalle l'intera franchigia. L'ha fatto anche questa notte; vinto a fatica il duello con la controparte texana (un James Harden formato 13 punti), il prodotto di UCLA centra quota 30 punti personali, coadiuvati da 9 assist e 7 rimbalzi. Mette il punto esclamativo sulla vittoria, schiacciando a 5 secondi dalla fine.

 

La partita delle coppie : Golden State – Toronto. Il match più spettacolare della notte è sicuramente questo. Si sfidando due squadre in forma ed è subito show: da una parte, c'è la coppia Curry-Durant: 65 punti in due. Il primo segna anche ad occhi chiusi, costringe gli avversari al fallo e realizza il canestro supplementare, il secondo, non è da meno: un cecchino dalla zona dei tre punti e impartisce assist ai compagni, i quali vanno a segno con scioltezza. Dall'altra parte, invece, la coppia che fa impazzire il pubblico di casa: DeRozan-Lowry. Il duo “canadese” conclude con 58 punti purtroppo non utili a far vincere Toronto.

 

FLOP:

Los Angeles Clippers: una ad Ovest. Dopo sette vittorie consecutive, si interrompe la striscia utile della squadra Losangelina. In casa, è succube di una ottima Memphis portando a quota 30 punti Mike Conley e a 26 punti Marc Gasol. L'unico a brillare tra i Clippers è J.J. Reddick segnando 29 punti con un solo rimbalzo.

 

Cleveland Cavaliers: ed una ad Est. Crolla anche Cleveland nella notte in cui Lebron James non scende in campo ed è in borghese. I Pacers vincono 103-93. Non c'è un leader nella franchigia di Indianapolis ma un collettivo di ottimi giocatori (George, Young, Turner, Teague) che impongono il proprio ritmo ai campioni NBA.

 

 

SORPRESA:

 Philadelphia 76ers: ed ecco arrivata la sorpresa della notte, Philly! La seconda vittoria stagionale arriva in casa contro un'ottima Washington aiutata dai 27 punti di Wall. In casa 76ers, si attende ancora il rientro dall'infortunio della scelta #1 del Draft di quest'anno ma a fare le sue veci, è la terza scelta assoluto dell'anno scorso, Jahlil Okafor realizzando 19 punti e 5 rimbalzi.