Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

NBA Night in Review: trionfo Clippers a Portland! Bene Atlanta, Chicago e San Antonio

Il top, il flop e le sorprese della nottata

Venerdì 28 Ottobre 2016 | Giampaolo Toselli | NBA

Nelle quattro partite della notte ci sono state emozioni e partite interessanti. Nel primo match c'è stato il successo casalingo degli Atlanta Hawks contro gli Washington Wizards, entrambe all'esordio stagionale, col punteggio di 114-99. A seguire la vittoria dei Chicago Bulls capaci di battere 105-99 i Boston Celtics nella prima partita del figlio della città del vento: Dwyane Wade. Ad Ovest da segnalare il successo a Sacramento dei San Antonio Spurs, 94-102, mentre nella sfida più importante la spuntano i Los Angeles Clippers in quel di Portland col risultato di 106-114. Ma ora vediamo i top, le sorprese e i flop... .

TOP

Paul Millsap & Dwight Howard: ottima performance per il nuovo duo degli Atlanta Hawks. Il primo realizza ventotto punti, con sette rimbalzi e sei assist, e si dimostra letale nel tiro dalla distanza con tre triple. Il secondo segna undici punti e domina il pitturato con ben diciannove rimbalzi. In questa partita si è evidenziato che i due non si pesteranno i piedi visto che l'ala ex Utah Jazz ha tirato molti jumper dal mid-range o dall'arco mentre l'ex centro degli Orlando Magic ha tentato poche conclusioni focalizzando la sua partita nel lavoro sotto i ferri ed in difesa ottenendo buoni risultati. Attenti a quei due.

Kahwi Leonard: Continua la corsa all'MVP del numero due degli Spurs che guida i suoi alla vittoria con ben trenta punti nonostante l'uno su cinque da tre. Confermate sul campo le parole di Popovich, ovvero la maggior responsabilità e libertà offensiva del prodotto di San Diego State. Per questo motivo i tiri tentati dal classe 91' sono ventuno, gli stessi della partita contro Golden State, contro i quindici di media tentati l'anno scorso. Un uomo solo al comando.

Chris Paul & Blake Griffin: proprio i due assenti della serie degli scorsi playoff decidono l'esito della partita. Entrambi autori di ventisette punti sono i veri e propri padroni del campo grazie a giocate pratiche e spettacolari. Lillard soffre CP3 ma soprattutto Aminu patisce la stazza della prima scelta del Draft 2009 che ha ritrovato la massima forma atletica e psicologica. Dunque occhio a questi Clippers che hanno il potenziale dell'essere una Top-3 nella competitiva Western Conference con questo Dynamic Duo pronti a crear scintille.

Menzione d'onore per DeMarcus Cousins che nella sconfitta dei suoi Sacramento Kings contro San Antonio realizza trentasette punti conditi da sedici rimbalzi. Predicatore nel deserto.

SORPRESE

Tim Hardaway Jr.: oltre alle ottime performance di Millsap, Howard e Sefolosha va anche a lui il merito del successo contro gli Washington Wizards. Infatti è il protagonista assoluto del parziale di 20-2, da 81-82 a 101-84, con cui gli Hawks prendono il largo nei primi cinque minuti dell'ultimo quarto quando segna dodici dei suoi ventuno punti totali. Coach Budenholzer in questa stagione gli offrirà sicuramente più minuti ed in questa prima partita stagionale ha sicuramente impressionato.

Taj Gibson: ottima performance per l'ala grande dei Bulls che nella vittoria totalizza diciotto punti e dieci rimbalzi. Sfrutta la supremazia a rimbalzo contro i Celtics e crea tantissime seconde opportunità assieme al suo compagno di reparto ovvero Robin Lopez. Determinante nel successo così come Wade e Butler.

Panchina dei Clippers: ottima performance per il blocco Rivers-Felton-Crawford-Johnson-Speights. Infatti reggono la profonda pachina dei Blazers anzi riescono a piazzare un paio di parziali importanti con Rivers-Crawford-Speights assoluti protagonisti. Sarà dunque un'arma in più dei Clippers formato 2016-17 che, con la grande esperienza a disposizione, daranno più di un problema alle rivali.

Altra menzione questa volta per Maurice Harkless & Mason Plumlee che brillano nella sconfitta contro i Clippers. Il primo realizza ventitre punti, da energia alla squadra e una buona difesa. Il secondo battaglia egregiamente contro DeAndre Jordan, col quale ha più di qualche battibecco, e risponde con diciassette punti, otto rimbalzi e quattro assist.

FLOP

John Wall: Non ha giocato un pessimo match, visto i dieci assist e quattro rubate, ma le cinque palle perse ed i dodici errori al tiro, su quindici tentativi, si sono fatti sentire nel corso del match. Infatti se il prodotto di Kentucky fosse stato in grado di realizzare qualche tentativo avrebbe permesso ai suoi di iniziare il quarto parziale con un buon margine di vantaggio.

Al Horford & Amir Johnson: Letteralmente dominati dai lunghi avversari. Perdono clamorosamente la battaglia a rimbalzi ed è per questo motivo che i Bulls vincono nonostante il 39% al tiro. Da rivedere nelle prossime uscite.

Al-Farouq Aminu: Non è serata per l'ex New Orleans. Molto nervoso all'inizio, commette due falli, non trova in seguito la precisione al tiro e le contromisure per Griffin. Ci saranno serate migliori per l'ala dei Trail Blazers.