Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Segnalibro NBA Week-5: Love e Durant trascinatori, Spurs impeccabili in trasferta

I fatti più significativi della quinta settimana della regular season NBA

Mercoledì 30 Novembre 2016 | Mauro Mazza | NBA

QUI EST

- LA SQUADRA. Dopo un inizio di stagione caratterizzato da un calendario molto complicato i Toronto Raptors riprendono la loro corsa e si installano alla seconda posizione della Eastern Conference. La formazione canadese promette di essere la squadra più continua dietro agli inarrivabili Cleveland Cavaliers come dimostrato dai bei successi esterni ottenuti contro gli Houston Rockets ed i Milwaukee Bucks.

- IL GIOCATORE. Il giocatore del momento in casa Cleveland Cavaliers è senza dubbio Kevin Love reduce da una settimana giocata a livelli altissimi. L'ex Minnesota Timberwolves negli ultimi sette giorni viaggia ad una media di 30.7 punti e 9.6 rimbalzi a partita con l'apice raggiunto nella sfida contro i Portland Trail Blazer quando ha messo a referto la bellezza di 34 punti nel solo primo quarto di gioco.

- LA PARTITA. Il successo in overtime per 113-111 dei New York Knicks sugli Charlotte Hornets ha purtroppo reso vana la miglior prestazione stagionale del nostro Marco Belinelli autore di 19 punti in 32 minuti di impiego. I Knicks sono trascinati al successo dalla sontuosa doppia doppia da 35 punti e 14 rimbalzi di Carmelo Anthony.

- IL CASO. Passano le stagioni ma il progetto di rilancio dei Brooklyn Nets del miliardario russo Michail Prochorov tarda a far vedere i suoi frutti. La franchigia newyorkese naviga nei bassifondi della Eastern Conference con un record migliore ai soli Philadelphia '76ers e la cosa peggiore è che nel roster non si vedono quei talenti in grado di far fare il salto di qualità nel prossimo futuro.

- DA NON PERDERE. Venerdì 2 Dicembre alle 02.00 super sfida a Cleveland dove i Cavaliers ospitano i lanciatissimi Los Angeles Clippers di questo inizio di stagione. Ancora protagonisti i Cavaliers Sabato 3 Dicembre alle 02.00 quando LeBron James e compagni andranno a far visita ai Chicago Bulls in un match di alta classifica della Eastern Conference.

 

QUI OVEST    

- LA SQUADRA. Il brutto scivolone interno contro gli Orlando Magic non può far passare inosservata la striscia vincente di 9 partite dei San Antonio Spurs che hanno avuto l'apice con il convincente successo sul campo dei Boston Celtics durante le festività del giorno del ringraziamento. La formazione texana, pur palesando ancora qualche limite offensivo di troppo, in particolare con LaMarcus Aldridge, dimostra la sua consueta solidità e durezza mentale certificata dai 10 successi esterni in altrettanti match disputati lontano da San Antonio.

- IL GIOCATORE. Chi si aspettava qualche problema di inserimento per Kevin Durant nel consolidato sistema offensivo dei Golden State Warriors può ritenere fallita la sua previsione. L'ex Oklahoma City Thunder si è ormai perfettamente calato nella realtà di Oakland come dimostrato dall'ultima settimana dove ha collezionato 25 punti, 8 rimbalzi e 6 assist di media, un'arma letale con di fianco Stephen Curry e Klay Thompson.

- LA PARTITA. La vittoria in overtime degli Oklahoma City Thunder sul campo dei Denver Nuggets per 132-129 ha messo in evidenza l'ennesima prestazione mostruosa di Russell Westbrook. La stella di OKC ha chiuso il match con 36 punti, 17 assist ed 11 rimbalzi, espressione dell'incredibile ferocia messa sul parquet dal numero 0.

- IL CASO. La super tripla scagliata da Nick Young che regala ai Los Angeles Lakers il successo sugli Oklahoma City Thunder è viziata da una solare infrazione di passi. Il giocatore dei Lakers posiziona il corpo per il tiro con ben 5 appoggi,  una clamorosa svista che la stessa NBA ammetterà successivamente nel suo rapporto arbitrale.

- DA NON PERDERE. Venerdì 2 Dicembre alle 04.30 i Golden State Warriors ospitano gli Houston Rockets in una partita che promette di essere un autentico festival del tiro da 3. Domenica 4 Dicembre alle 02.00 i sorprendenti Los Angeles Lakers vanno a far visita ai Memphis Grizzlies in una partita importante per mantenere una posizione in zona playoff.

 

Mauro Mazza