Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

NBA Night in Review: colpaccio dei Rockets ad Oakland. Cavs, che delusione!

Top, flop, sorprese della notte NBA

Venerdì 2 Dicembre 2016 | Alessandro Negri | NBA

TOP

James Harden: l'imprevedibile Barba-Squad fa il colpaccio della notte, andando a vincere sul campo dei Warriors dopo 2 overtime. E' il leader dei texani a guidare il team di D'Antoni al successo collezionando l'ennesima tripla doppia: 29 punti, 15 rimbalzi e 13 assist, alcuni dei quali per i vari Gordon, Anderson e Dekker nel finale nel secondo prolungamento.

 

Kevin Durant: c'è spesso uno dei big 3 dei Warriors tra i top della notte, e oggi ne inseriamo ancora uno malgrado la sconfitta casalinga contro Houston, che ferma a 12 la striscia di W consecutive. KD sfiora il quarantello, tira maluccio (come tutta Golden State per altro) ma è grazie a lui se i suoi rimangono lì attaccati fino alla fine.

 

FLOP

Cleveland Cavaliers: seconda L di fila per i Cavs, abbastanza sorprendente per due motivi. Primo, arriva dopo la battuta di arresto di Milwaukee, perciò quella reazione che ci si aspettava non c'è stata. Secondo, drettamente collegato a quanto sopra, avviene in casa contro i Clippers che in questo tour a Est stavano andando maluccio, collezionando brutte figure in serie (vedi la sconfitta in casa dei Nets): decisivi i due quarti centrali persi complessivamente di 24 punti. Già da stanotte a Chicago si può tornare in carreggiata (ha funzionato per i Lakers, a maggior ragione potrebbe funzionare per i campioni in carica).

 

SORPRESE

James Johnson: sorpresa dalla panchina degli Heat, da dove esce James Johnson che insieme a Dragic è l'uomo chiave per conquistare una vittoria all'ultimo tiro sul campo dei Jazz (nell'occasione sfortunato Hayword col possibile buzzer beater vincente fuori di poco). 24 con ottime percentuali per l'ex Chicago, uomo in più per coach Spoelstra.

 

Montrezl Harrell: super sorpresa anche sul fronte Rockets, che hanno in Harrell un bel fattore per conquistare la vittoria all'Oracle Arena. L'ala sophemore, uscita da Louisville, sfodera una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi in 24 minuti sul parquet: gran bell'aiuto per Barba & Co!