Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Il CSKA si ferma a Istanbul. Maestoso Darussafaka!

Vittoria turca 91-83

Mercoledì 16 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Dopo 14 turni, compreso il finale dell'anno scorso, il CSKA Mosca cede e perde in Eurolega. Il 24 marzo scorso era stato il Bamberg di Andrea Trinchieri l'ultimo a fermare i futuri campioni d'Europa, questa sera l'impresa l'ha firmata il Darussafaka Dogus che ha superato 91-83 i russi dopo una gara ai limiti della perfezione alla Wolkswagen Arena.
Questo risultato non intacca il primato del CSKA, sempre in testa a 12 punti, ma lancia i turchi momentaneamente in solitaria al secondo posto con 10 punti.
Il migliore dei Dogus è stato James Anderson con 20 punti e una grande performance da 3. Brad Wanamaker ha raccolto 18 punti, 5 rimbalzi, 7 assist e 4 palle rubate, Will Clyburn ha aggiunto 14 punti e Adrien Moerman altri 11.
Nel CSKA Cory Higgins e Nando De Colo hanno portato 17 punti a testa. Milos Teodosic ha aggiunto 15 punti e 10 assist, mentre Kyle Hines ha messo 11 punti e 8 rimbalzi.
La chiave dell'incontro è stata nella grande pressione che la squadra di David Blatt ha imposto a quella di Itoudis, quest'ultima costretta a ben 18 palle perse che sono state la principale causa della caduta sul Bosforo.
L'inizio è un autentico choc: 13-0 Darussafaka con Erden e Anderson che fanno ciò che vogliono. Il CSKA non c'è, i primi cenni di vita russi arrivano da Hines, abbastanza fiacchi perchè Anderson non ha problemi nel replicare: 18-5. Wanamaker allunga sul 24-5 clamoroso. Il Darussafaka molla un pochino a fine frazione, ne approfittano Higgins, De Colo e Kurbanov a dare un punteggio più dignitoso: 30-18 dopo 10 minuti.
La gara, però. è in mano ai ragazzi di Blatt. Wanamaker con Anderson spinge i Dogus sul 37-23, James Augustine e Higgins accorciano ma il divario rimane ampio: 45-34. Wilbekin porta al riposo i biancoverdi ul 49-37.
Anderson apre dopo l'intervallo, Teodosic e De Colo rispondono tenendo il risultato sul 55-44 Dogus. Il CSKA fatica ad avvicinarsi, visto che Slaughter e Moerman rintuzzano gli asalti russi: 61-51. Il CSKA sembra uscire dalla contesa, quando Batuk e Wilbekin mettono il +16 (73-57) a fine terzo quarto.
Ad inizio dell'ultimo quarto, invece, esce l'orgoglio dei campioni d'Europa. Teodosic, Jackson e Kharyapa impongono un parziale di 0-9 per il 73-66 all'inizio del quarto trimestre. Ora è tutto aperto, e al Darussafaka viene il braccino: De Colo entra in scena e porta con due liberi i suoi a -1: 84-83 con 1:27 da giocare. Due liberi di Clyburn, tuttavia, spezzano il ritmo e i turchi, sospinti dal proprio pubblico, riprendono la gara in mano e la conducono in porto firmando l'impresa che li consacra come potenziale outsider della competizione.