Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Milano, brutto passo indietro. La Stella fa festa

Vittoria serba 83-70

Giovedì 17 Novembre 2016 | Alessandro Vignati | Eurolega

Milano torna sulla terra. Dopo i due successi su Efes e Baskonia, l'EA7 produce una brutta prova in casa della Stella Rossa cedendo 83-70 e rimanendo così a 8 punti, agganciata dalla Zvezda che produce una gara non molto diversa da quella dell'Olimpia di martedì con Vitoria: difesa e tanto pressing. Più la spinta incredibile della Kombank Arena.
Milano ha sofferto incredibilmente in attacco, trovando nel solo Alessandro Gentile un buon riferimento con 14 punti. Per il resto poco da segnalare: tanti errori forzati e diversi elementi fin qui essenziali, come Macvan, palesemente fuori fase.
La Stella Rossa ha avuto in un sontuoso Marko Simonovic il suo deus ex machina: 23 punti e sempre presente nei momenti decisivi del match. Nate Wolters ha realizzato 14 punti, Bjelica e Kuzmic fondamentali in assistenza con 7 passaggi vincenti.
Nel primo quarto la Zvezda parte veloce sul 10-4 con 6 punti rapidi di Kuzmic,ma si ferma. Pur non strafacendo, Milano rimonta e arriva al 10-15 grazie a Dragic e Gentile. Il parziale rimane sul +5 Olimpia grazie a una tripla di Kalnietis (14-19).
Secondi dieci che segnano la gara. Simonovic comincia a martellare, mettendone a segno 4 da tre che spaccano la partita: 37-32 con il solo Gentile che sembra poter far qualcosa con una Milano inerte.
Dopo l'intervallo la musica non cambia. Milano ha grandissime difficoltà davanti, nella Zvezda cominciano anche l'ex Jenkins e Jovic a trovare soluzioni che fanno male andando sul 54-46.
Nell'ultimo quarto ci sarebbe tempo per una rimonta, ma la squadra di Repesa non trova soluzioni. La Stella vola a +17 con Simonovic, autentico mvp di serata. Il finale è un emblematico 83-70 che ridimensiona l'EA7 e rilancia i serbi dopo un periodo difficile.