Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lettera di Aldo Vanoli ai tifosi: "Provo rammarico, tristezza, delusione"

Il Patron della Vanoli Cremona scrive una lettera aperta alla tifoseria dopo i problemi tra i gruppi organizzati

Venerdì 21 Ottobre 2016 | | Serie A

Rammarico, tristezza, delusione. Queste le emozioni che prova chi si sente abbandonato da quella spinta morale alla quale attinge per continuare a fare sacrifici per far crescere sempre più una bellissima realtà.

Quotidianamente affrontiamo sacrifici per permettere ad una societá modesta come la nostra di confrontarsi al massimo livello con le grandi squadre, senza alcun timore reverenziale e con grande orgoglio. Tutti insieme, dirigenti, staff, atleti, volontari, pronti a gioire e soffrire con tutti coloro che vogliono far parte della nostra famiglia… la #Vanolifamily.

Per noi tutti Voi tifosi siete parte integrante di questa famiglia, e come tali Vi abbiamo sempre considerati e trattati. Fare il tifoso non è una professione ne un interesse, è una vera passione. La stessa passione che mi porta ad investire risorse ed energie ogni mattina sin da quando mi alzo prima dell’alba e il mio pensiero va alla squadra e alla società.

Immaginate la mia delusione nel vedere questa passione strumentalizzata per vostre controversie personali, che vanno solo a penalizzare ciò a cui tutti maggiormente teniamo, la squadra.

Personalmente, ho sempre cercato nella modestia e nella semplicità dei rapporti la soluzione ai problemi. Pertanto Vi chiedo di trovare una soluzione in modo che si possa serenamente tornare, mi auguro giá da domenica a Torino, a fare quello che ci piace di piú… tifare Vanoli!!!

Grazie

Fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona