Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Biella, è un primato sudato: per sconfiggere Agropoli, gli Orsi hanno bisogno di un Overtime

La vittoria contro la BCC Agropoli serve a Biella per balzare in cima alla classifica

Domenica 6 Novembre 2016 | | LNP


Quaranta minuti palpitanti, giocati per lunghissimi tratti punto a punto. Il tira e molla del PalaCilento tra Basket Agropoli e Angelico Biella regala grandi emozioni nella sesta giornata del campionato di A2, girone Ovest. I rossoblù di coach Carrea, con un super Ferguson nella versione campana da 36 punti, vincono in rimonta dopo un tempo supplementare raggiunto sul 69 pari allo scadere con Carl Wheatle. I due punti di questa sera (quarto successo consecutivo per i lanieri) valgono il primato del girone, prima conquistato, oggi confermato dopo un mese di regular season a quota 10. Dopo due turni disputati in trasferta, domenica pomeriggio (palla a due alle ore 18.00) Niccolò De Vico e compagni torneranno a lottare sul parquet del Biella Forum.

Primo quarto. Alla palla a due i padroni di casa scendono in campo con Taylor, Langford, Santolamazza (unico ex), Contento e Molinaro; nel quintetto rossoblù coach Carrea schiera Ferguson, Hall, Venuto, De Vico e Tessitori. I primi vantaggi del match sono di marca biellese: pronti via e la coppia Ferguson-Tessitori trascina il match sul 6-0. Langford riavvicina i suoi, ma Ferguson ha molte frecce al proprio arco e firma il suo terzo canestro in pochi respiri di gioco (4-8). Biella raggiunge la doppia cifra a tabellone con Mike Hall, mentre Gabriele Romeo da sotto e Taylor con un libero mantengono a un solo possesso di distanza i biancoblù (7-10). Jazz Ferguson è in serata magica - sua la prima tripla del match -, Donell Taylor prova a seguirlo a ruota (11-13). Con 1' e 11'' alla prima sirena, Agropoli trova il contatto nel punteggio con Romeo e obbliga la panchina rossoblù a chiamare il minuto. Al rientro, l'ex Biella Santolamazza infila dall'arco e regala ai compagni il primo allungo della sfida. Chiude il periodo Venuto in lunetta con un libero su due: 16-14.

Secondo quarto. Intenso botta e risposta sul parquet del PalaCilento di Torchiara: Carenza mette la sua griffe sul +4 di Agropoli, Hall con due triple ravvicinate fa scattare l'Angelico a +2, Taylor timbra il secondo pareggio della serata per i campani, mentre Wheatle conquista mezzo bottino in lunetta: score che sale a 20-21. Con Langford e Carenza i biancoblù provano la fuga, ma Ferguson argina prontamente il tentativo agropolese con altri due fondamentali canestri, questa volta consecutivi (24-25). I padroni di casa prima incassano, poi riprovano l'allungo e al secondo tentativo ci riescono: Carenza smuove alla perfezione dalla linea dei liberi, Contento ne porta a casa uno, Lucarelli entra a referto con un missile dalla lunga...secondo time-out per coach Michele Carrea. Alla ripresa, come nel quarto d'esordio, Agropoli infila una nuova tripla con capitan Santolamazza. Sul 33-26 (Tessitori apre il suo tabellino alla voce punti con un libero su due), anche la panchina di casa chiama il minuto di sospensione per riordinare le idee. Al minuto diciassette Ferguson scocca il tiro dalla lunga e centra l'anello per il 29-33 dei lanieri; a seguire Tessitori realizza tre liberi su quattro (break biellese di 6-0) e riavvicina l'Angelico a una sola lunghezza di svantaggio. Il primo tempo va in archivio con un tiro libero di Donell Taylor per il definitivo 34-32.

Terzo quarto. Capitan De Vico e Marco Contento aprono il periodo con due perfette parabole dalla lunga. Agropoli a seguire si riporta avanti di +8 con Taylor, Langford e ancora Contento, che chiude – prima del time-out biellese – un break dei cilentani di 9-0 (43-35). Hall e De Vico con otto punti ravvicinati frenano l'avanzata di Agropoli: dopo 12', Biella torna così a contatto (43-43). Jazz Ferguson, ancora lui, bagna il nuovo sorpasso dei lanieri (10-0 per i ragazzi di coach Carrea), Taylor, Contento e Romeo però tengono i biancoblù al passo e il match resta così allineato sull'assoluto equilibrio: ancora Ferguson, micidiale anche in lunetta, e 47 pari. Sul 48-47, risultato che manda a referto la terza frazione, spettacolare stoppata in contropiede di Luca Pollone.

Quarto periodo. I primi canestri del periodo portano le firme di Donell Taylor e Mike Hall. Dall'arco, Giovanni Carenza (che pochi possessi più tardi è costretto a lasciare il parquet per limite di falli) non sbaglia e consegna ad Agropoli un nuovo +4 (53-49); Amedeo Tessitori poi dimezza il gap con due tiri dalla linea della carità. Ferguson da tre firma il nuovo allungo biellese ma non basta, Contento infatti annulla la parabola di Jazz nel possesso successivo (56-54). A seguire, Santolamazza frena i rossoblù dai 6,75 e questa volta è lui a obbligare coach Carrea a prenotare il minuto. Contento fa uno su due, Ferguson dalla lunga tiene vicini i suoi (poi, incontenibile, manda a referto due tiri dalla lunetta); dall'altra parte del campo Santolamazza è lì e al pari di Jazz non sbaglia l'ennesimo colpo (62-59). Nonostante la stanchezza, entrambe le squadre vogliono vincere e costruiscono un finale a dir poco vibrante. Sul 64-59 coach Carrea richiama i lanieri in panchina, al rientro sul parquet Mattia Udom, lanciato in contropiede, riceve fallo da Taylor, va sotto canestro e porta a tabellino due liberi importantissimi per le speranze di rimonta biellesi (64-61). Davanti all'altra panchina, anche Contento fa bottino pieno in lunetta. Nel valzer dei liberi, Hall se ne mangia uno; sul suo errore, Udom conquista rimbalzo e un nuovo canestro determinante, quello del nuovo -2 (66-64). Negli ultimi scampoli di gara esce Agropoli, Biella però c'è, è viva e con Carl
Wheatle raggiunge l'overtime allo scadere, 69-69.

Overtime. Ferguson e Taylor infilano due bombe e il match rimane così in parità. Biella però sbaglia meno, sfrutta la superiorità a rimbalzo e vince con merito l'incontro. È da un rimbalzo difensivo dei rossoblù che nasce infatti un nuovo missile di Ferguson, questa volta dalla media. Hall allunga a +4, Langford dimezza, seguono Venuto in lunetta e Taylor per il 77-78. Il punto esclamativo arriva da mister 36 punti, Jazzmarr Ferguson: 77-81 e primato rossoblù nel girone Ovest.

Basket Agropoli-Angelico Biella 77-81
Parziali: 16-14, 34-32, 48-47, 69-69.

Basket Agropoli: Taylor 22, Langford 13, Silvestri n.e., Santolamazza 12, Romeo 6, Contento 12, Molinaro, Lucarelli 3, Ndyaye n.e., Amanti n.e., Carenza 9, Marra n.e.. All.: Finelli.

Angelico Biella: Ferguson 36, Hall 21, Massone, Venuto 3, Pollone, De Vico 6, Udom 4, Wheatle 3, Rattalino n.e., Tessitori 8, Pasqualini n.e.. All.: Carrea.

Arbitri: Capotorto, Gagliardi, Capozziello.

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste